BREXIT: SONDAGGI DOPO LA MORTE DI JO COX DANNO RISULTATI INATTESI

 

DI TYLER DURDEN

zerohedge.com

Prima dell’omicidio della parlamentare britannica Jo Cox, la campagna per il “leave” [uscita dalla UE, n.d.t] era in crescita nei sondaggi.

Questo accadeva prima che il FMI desse la sua versione del “siamo spacciati”, e prima che la Cox venisse uccisa.

La triste morte della parlamentare pro-UE Jo Cox ha dato inizio a un’ondata di acquisti sulla Sterlina che è proseguita per tutto il giorno nella speranza che il delitto (e gli sforzi di politicizzare le azioni di un folle) avrebbero portato o a un rinvio del voto o ad uno spostamento verso il “remain” [rimanere nella UE, n.d.t.]. Prima della chiusura JP Morgan aveva suggerito che non era questo il caso, e ora, come riporta USA Today, i primi sondaggi dopo il delitto rivelano una sorprendente oscillazione negli elettori pro- “remain”.

Secondo una società di sondaggi online l’appoggio per la permanenza nell’Unione Europea si è indebolito venerdì in seguito all’omicidio della parlamentare pro-UE Jo Cox.

La Qriously, una start-up tecnologica londinese che raccoglie dati e informazioni sui consumi tramite app per cellulari ha scoperto che l’appoggio di possibili sostenitori della permanenza nella UE è calato al 32% dal 40% precedente alla morte della Cox.

Il sondaggio si è basato su 1992 adulti intervistati tra il 13 e il 16 Giugno, e su 1002 adulti il 17 Giugno, il giorno dopo che la Cox è stata colpita a morte nell’Inghilterra settentrionale. La start-up sostiene che questo sia il primo sondaggio eseguito dopo il delitto. La Qriously esegue gran parte dei suoi sondaggi per aziende private e non aveva mai condotto prima un sondaggio sul referendum. Agli intervistati è stato chiesto: “Immaginate che il referendum si tenga oggi, votereste perché la Gran Bretagna resti membro dell’Unione Europea o lasci l’Unione Europea?”. Le risposte possibili erano 3: “Restare nella UE”, “Lasciare la UE”, o “Non so”.

La notizia che il quotidiano The Times si è schierato in appoggio al “Remain” (mentre The Sun, The Spectator, e The Telegraph appoggiano il “Leave”), e il fatto che Qriously abbia trovato un 52% di favorevoli a lasciare la UE nel referendum del 23 Giugno (data rimasta invariata dopo la morte della parlamentare), mostrano la divisione sociale in Gran Bretagna, ma l’indebolimento dell’appoggio per la permanenza nella UE è coinciso con unospostamento verso il “non so”, che è cresciuto al 16% dal 9% precedente all’omicidio.

Le maggiori società demoscopiche, inclusa YouGov, rilasceranno i loro sondaggi successivi all’omicidio della Cox nel weekend. Con un annuncio sorprendentemente tardivo, probabilmente in risposta al sondaggio descritto sopra, la BMG/Herald ha mostrato i risultati di un sondaggio che, sorpresa, danno in vantaggio il “remain”: “Sondaggio telefonico della BMG/Herald dà un vantaggio di 7 punti per il remain”.

Discordante da tutti i sondaggi recenti… Scavando nei numeri si vede un quadro differente:
BMG #EUref polls:

 

 

Titolo originale: First Brexit Poll After Jo Cox Death Reveals Stunning Result

Fonte: http://www.zerohedge.com/

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: