DAVID WILCOCK : LA CIVILTÀ DELLA TERRA INTERIORE POTREBBE PRESTO RIVELARSI AL MONDO –

inner-hearth

 

 

 

 

In una nuova intervista di Coast to Coast AM, autore e ricercatore David Wilcock ha fatto nuove dichiarazioni sulle alleanza delle civiltà antiche che vive all’interno del pianeta. Queste antiche civiltà hanno condiviso l’interno della Terra come loro casa per lunghi periodi di tempo e sono in procinto di rivelarsi al mondo. Wilcock ha spiegato che durante la formazione di tutti i pianeti acquosi nell’universo (e secondo gli ultimi studi di NASA ne sono piuttosto pochi) si formano cavità vuote sotto la superficie della crosta, con un proprio bioma e una propria luce naturale.
“Ciò significa che si può effettivamente vivere dentro le caverne della Terra che hanno la luce visibile”, ha meravigliato.
Wilcock afferma che sulla base della sua ricerca, sembra come se questa civiltà utilizza queste cavità e un posto dove possono vivere guardando fuori e vedendo tutto ciò che accade sulla ‘Terra esterna’, la superficie del pianeta.
Wilcock crede fermamente che durante la lunga storia del nostro pianeta, numerose civiltà avanzate come gli Atlantidei è andata a vivere nel sottoterra per sopravvivere ai tempi caotici sulla la superficie del nostro pianeta. Alla fine, hanno deciso di stabilirsi nel loro nuovo habitat sotterraneo.
L’esistenza di tunnel sotterranei e passaggi è stato oggetto di dibattito per secoli. Le civiltà antiche di tutto il mondo parlano di questi ingressi che portano a nuovi regni sotterranei, situati molto al di sotto della superficie del pianeta. Un Antica umanità in Turchia sembrava aver ricreato queste leggende con la costruzione di enormi città sotterranee come Derinkuyu, o la più grande mai trovata nei pressi di Cappadocia in Turchia.
Wilcock crede che il governo è a conoscenza della loro presenza grazie alla scoperta accidentalmente attraverso progetti clandestini volti a costruire basi sotterranee segrete.

Nell’intervista con C2C, Wilcock ha affermato: “Costruiscono questi Tunnel con le Boring Machines e talvolta si irrompe scausalmente in un posto , e si trova gente lì”.
Mentre citando la testimonianza del contattista Corey Goode, Wilcock ha affermato che il rapporto tenue tra il popolo della terra interna e quelli che vivono sulla superficie che sanno della loro esistenza è diventata molto fratturato in tempi recenti.
“Questo complesso militare industriale aveva precedentemente lavorato con queste persone e aveva trattati con loro e sta ora cercando di ucciderli”, ha detto Wilcock
Questo è il motivo per cui, secondo Wilcock, questa civiltà interna della Terra si sono riuniti al fine di rispondere alla grande minaccia emergente negli ultimi tempi, e si rivolgono a soggetti interstellari nella speranza di ottenere il loro contributo nella lotta contro le forze che stanno cercando di distruggerli .
Secondo scritti di C2C, Wilcock ha dichiarato che alcune riunionito dopo l’incontro tra i due gruppi sono state finalmente tenuta e a Goode è stato permesso di osservare le varie discussioni. Una richiesta sorprendente è stata fatta dagli enti interstellari dopo la riunione.
“Il popolo della Terra Interiore è venuto fuori abbastanza scioccato”, Wilcock ha detto, “che è stato dato loro il consenso di rivelarsi a noi come parte della divulgazione .« Penso che sitamo per scoprire che le basi sotterranee sono molto più ampie di quanto noi pensassimo e molto di più antiche “.

http://www.filosofiaelogos.it/

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: