E’ORA DI SVEGLIARTI, E’ ORA DI MUOVERTI

 

 

 

 

 

 

Vivi una vita che non è tua,fai un lavoro che non ti piace.

Per quello che chiami lavoro vieni pagato poco e non hai alcuna garanzia.

Subisci dalla mattina alla sera per non rischiare di perdere il posto.

Il lavoro,il traffico,le pause pranzo e poi:scadenze,impegni,riunioni,obblighi,problemi.

In una parola:lo stress del quotidiano che ti stringe in una morsa senza che tu reagisca.

Quando reagisci e sfoghi la tua rabbia,lo fai con chi non dovresti,con chi ti è vicino,con chi casualmente incrocia il tuo sguardo.

Ingoi rospi di continuo,rospi sempre più grossi e maleodoranti che si trasformano in malesseri fisici.

Anche il cibo che quotidianamente fagociti è veleno per il tuo organismo,così come i farmaci che prendi.

Passi il tuo tempo a occuparti di tutto tranne che di te.

Credi ancora nella democrazia e vai a votare,ma la democrazia è un imbroglio e i politici dei finti burattini.

Hai la convinzione che la sicurezza venga da quei numerini che mensilmente rimpinguano il tuo conto in banca,ma l’economia è un colossale imbroglio,il sistema monetario è soltanto l’ennesimo inganno. Il denaro è come uno dei guinzagli che ti tengono ancorato alla tua situazione di schiavo e le banche lo tengono in mano.

 

La tua informazione si basa su fonti false e manipolate,proclamate da spudorati mentitori che ti prendono per mano e ti portano dove la verità non esiste.

La tua cultura si basa su insegnamenti artefatti,concepiti per farti vedere una versione della storia, una versione della scienza,una versione di tutto ciò che ti circonda chiaramente manipolate .

Ti definisci credente,ma quella che tu chiami religione è soltanto una gabbia per lo spirito.

Ti definisci patriottico,ma lo sei solo quando guardi lo sport in tv. Quando i poteri forti smembravano la tua nazione,dov’eri?

Pensi che per contare qualcosa occorre avere,occorre mostrarsi e ostentare.

Di conseguenza ti circondi di oggetti materiali spesso inutili,ma necessari per apparire.

Paghi per quegli oggetti cifre troppo alte rispetto a quello che effettivamente valgono.

Molte volte ti indebiti pur di avere oggetti superflui che ti gratifichino di fronte agli altri.

Mantieni il tuo cervello in stand-by,a dormire su sogni programmati da altri.

Il sonno della tua mente è diventato anche il letargo del tuo corpo

Passi il tuo tempo intorpidendoti davanti a Tv sempre più grandi,a slogarti il pollice su telecomandi sempre più caotici,a riempirti le orecchie di dolby-surround e gli occhi di alta definizione.

Occhi ,dita e orecchie sono anche a disposizione di smartphone sempre più ipnotici e ,mentre ci armeggi sopra,cresce la tua nuova gobba,visto che la tua testa è sempre chinata verso lo schermo magico.

Hai parcheggiato le tue idee in una parte nascosta del tuo cranio e oramai segui solo quelle degli altri,o meglio,quelle che il sistema impone agli altri e quindi anche a te.

Non hai più un’identità,Non hai più un pensiero personale,non hai più indipendenza.

Crei una maschera che ti serve per muoverti al meglio in questo mondo artificiale.

Per confonderti tra le altre maschere che ti circondano.

Ricorda che ogni uomo nasce per essere unico.

Crei una famiglia perché così vuole il sistema.

Poi ti senti oppresso e limitato.

Ricorda che l’uomo viene al mondo per essere libero.

Ti tengono occupato con il lavoro per non avere tempo di pensare.

Ti tengono confuso con sempre più efficaci distrazioni per non farti ragionare.

Ti fiaccano e indeboliscono con il cibo,i farmaci e le irrorazioni dal cielo per far si che tu rimanga dormiente e manipolabile.

Ti ipnotizzano con segnali e immagini che disturbano il tuo “sistema” e lo pilotano a distanza.

Scelgono come vestirti,come mangiare,cosa comprare,dove andare,cosa fare.

Le regole che ti impongono son sempre più restrittive ma te le spacciano come nuove possibilità.

Ogni giorno che passa di appropriano di una porzione della tua esistenza,ma è per il tuo benessere.

Ogni ora che passa violentano la tua privacy,ma è per la tua sicurezza.

Entrano sempre più subdolamente nella tua vita,ma è per non farti sentire solo.

Ti offrono distrazioni e dipendenze,ma è per farti stare felice.

Fanno in modo che tu viva sempre con la paura di qualcosa o di qualcuno per farti sentire insicuro e vulnerabile e attaccato agli appigli che sempre loro ti offrono.

Vogliono che tu rimanga a veleggiare nel grande oceano dell’ignoranza,mentre loro,col tuo beneplacito,continuano ad agire contro di te e i tuoi simili.

Credi davvero di essere libero?

Credi davvero di vivere nella migliore epoca possibile?

Quando è stato che hai fatto una cosa perché la volevi fare e non perché la dovevi fare?

Quand’è l’ultima volta che ti sei sentito veramente felice?

Qual è l’ultima volta in cui ti sei sentito davvero vivo?

Quando è stata l’ultima volta che ti sei sentito veramente te stesso?

Per quanto tempo ancora puoi sopportare tutte le angherie che ti vengono imposte?

Cos’altro ancora vuoi far accadere prima di capire che non è più tempo di aspettare,ma è ora di agire?

E’ ora di svegliarti,di muoverti,di riprendere in mano la tua vita.

Ma devi farlo in fretta:il tempo sta finendo.

SamBellamy

 
http://guardforangels.altervista.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: