ERDOGAN DAL CELLULARE INVOCA LA GUERRA CIVILE …TURCHIA, COLPO DI STATO DEI MILITARI. JET SORVOLANO ANKARA E ISTANBUL, CARRI ARMATI NELLE CITTÀ. YILDIRIM: “LA PAGHERANNO”

 

 

 

È in corso un colpo di Stato in Turchia. I militari hanno annunciato di aver preso il controllo del paese. Sono stati bloccati i ponti sul Bosforo. Aerei militari ed elicotteri sorvolano Istanbul e Ankara e carri armati si sono dispiegati per le città, bloccando l’accesso all’aeroporto Ataturk. È stata spenta la televisione di stato. L’emittente pubblica turca ha annunciato un coprifuoco e la legge marziale (dichiarazione militari)

Di fatto però i militari hanno annunciato di aver preso il poter per ristabilire “democrazia e libertà”. La Cnn turca riferisce che “Erdogan è al sicuro”

Inoltre i militari turchi hanno fatto irruzione a Istanbul nella sede del partito Akp del presidente Erdogan e hanno preso possesso dell’edificio.

Il capo di stato maggiore delle forze armate turche sarebbe ostaggio dei militari golpisti turchi. L’esercito turco ha annunciato alla tv di Stato Trt che, non appena sarà concluso il colpo di Stato, “una nuova Costituzione sarà preparata il prima possibile”

I militari autori del colpo di Stato in Turchia hanno dichiarato che tutte le relazioni estere turche esistenti saranno mantenute e che lo stato di diritto rimarrà una priorità. Lo si legge su vari media, fra cui il Guardian, che aggiungono che i militari avrebbero inviato le dichiarazioni ai media turchi via email, la cui veridicità non può essere verificata per ora.

La Turchia non consentirà mai alcuna “iniziativa che interrompa la democrazia” ha detto ai media turchi il premier Binali Yildirim, aggiungendo che gli autori del tentativo di golpe “pagheranno il prezzo più alto, useremo la forza”.

Poi è Erdogan in persona, in collegamento con una giornalista turca della Cnn, a parlare in video via FaceTime o Skype: “Sono ancora il presidente della Turchia ed il Commander in chief: resistete al colpo di stato nelle piazze e negli aeroporti”. E ha sostenuto non ritenere “che il colpo di Stato avrà successo”.

Sempre parlando in diretta ad uno smartphone, Erdogan ha imputato la responsabilità del colpo di Stato alla “rete gulenista”, ovvero del predicatoreFethullah Gülen. Erdogan ha inoltre affermato che il colpo di Stato è “opera di una minoranza” delle forze armate.

http://www.huffingtonpost.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: