LA CITTÀ DIMENSIONALE DI ERKS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il nome del Sacerdote dell’Altissimo Melkitzedeq si è cambiato per questi tempi in Amuna-Kur, e risiede nelle “Città Segrete” del Triangolo di Forza del Sud America, la Nuova Emanazione di Shamballa.

Amuna-Kur, ossia Melkitzedeq: Eterno Signore della Luce, Contenitore Egli stesso della Luce e Re di Pace e Giustizia, è l’equivalente del Logos Solare, l’energia Cristica che si compie e si realizza fuori e dentro l’essere umano, e si manifesta sotto tre aspetti diversi: Sapienza nella testa, Forza nell’Eros e Bellezza nel cuore. In tal maniera si palesa in questo piano, portando l’uomo al più alto grado di realizzazione su questo pianeta.

Queste Tre Forze formano la Grande Triade per questi tempi: M. M. M., che possiamo definire con Melkitzedeq, Michele e Metatron, le quali formano la Gerarchia che regna sul corpo Spirituale degli uomini e del Pianeta Terra.

La ricerca di queste “Potenze” va rivolta verso sé stessi, per individuarle e incontrarle e con esse realizzare e portare a compimento l’Opera, la Grande Opera.

Chiamarle con questi nomi o modificarle, per questi tempi non ha nessuna importanza. Ciò che conta è l’essenza che viene rappresentata da questi nomi sacri che, come accennato prima, si trovano nell’uomo, ed è con questi elementi fisici, utilizzando la Scienza Alchemica che di Tre facciamo Uno, trasmutandoci in un Uomo vero, con la maiuscola.

 

 

I punti Magici della Terra

In ogni Era la Tradizione Sapienziale dell’Umanità sceglie un luogo particolare per esprimere tutta la sua potenzialità. Nel passato questi posti sacri si incontravano in Atlantide, in Egitto, in Grecia a Gerusalemme, e per ultimo a Roma che corrispondeva alla Cristianità e al segno zodiacale del Pesce. Adesso invece, ci troviamo nell’era dell’Acquario, il segno che governerà per più di duemila anni trasmutando e trasformando l’umanità, portandola ad un grado evolutivo più elevato, rompendo e spezzando tutte le “catene” che la tenevano imprigionata.

E il nuovo sito sacro per questi tempi si troverebbe nel Sud America, nel cuore stesso dell’Argentina (Terra d’Argento, metallo femminile lunare) nella provincia di Cordoba, detta la Dotta, ed il punto esatto si chiama Capilla del Monte, dove spicca verso il cielo la gran mole della montagna chiamata dai nativi indios Comechingones: Cerro Uritorco, la cui traduzione è Monte dei Pappagalli.

Così nel cuore centrale di questo paese, a forma di triangolo femminile, si incontrerebbe il Punto più importante per questi tempi, dove la Luce di questo Nuovo Ciclo ha iniziato ad emanare per tutta la terra e dove, tutti coloro che cercano la Nuova Spiritualità, vi convergono. Un luogo “magico”, dove alcuni addirittura, attratti da una grande forza e presi da entusiasmo, rimangono prendendo dimora definitiva.

L’ “esodo” verso questo “Asse del Mondo” non è nuovo. Già nel passato, quando il popolo Inca imperava, molti suoi membri si recavano in sacro pellegrinaggio a venerare gli spiriti dei loro antenati e dei loro capi (caciques), perché credevano che le Luci o Soli notturni, che lì si manifestavano, non fossero altri che l’anima dei loro antenati che convivevano con Enti Spirituali di Gerarchie diverse.

Ed era proprio lì il posto in cui ricevevano risposte ai loro quesiti; perciò era loro dovere andare a rendere omaggio a questi “esseri” che ad un loro richiamo mantrico davano come risposta movimenti intelligenti e comprensibili soddisfacendo le loro anime assetate.

 

Il Maestro “Sarhuma”

Colui che ebbe il compito di risvegliare tutto questo patrimonio Spirituale fu il Maestro Sarhuma, il cui nome era Dott. Angel Christos Akoglanis, passato all’Oriente Eterno il 18 aprile del 1989. Grazie a questo personaggio, la cui missione fu di ri-attivare quel luogo, ebbe inizio un rapporto diretto fra Sarhuma e la Gerarchia Spirituale che attirò molta gente la quale, sentendo un richiamo interiore si recava con lui in quel sito per ricevere una Iniziazione Cosmica.

Questo successo del Maestro Sarhuma fu emulato da altri che imitarono le sue gesta, ma solo lui era l’eletto con quell’incarico specifico e gli altri nulla hanno in comune con questa missione.

Successe poi che anch’egli, come Gesù, Gandhi, Luther King ed altri, fu immolato e sacri-ficato da forze oscure e contrarie alla nascita di questo Punto di Luce della Terra.

Ma dato che tutto nasce da una reazione contraria, fu proprio questo Sacro-Ufficio (sacrificio) a fare da propellente a questo fenomeno di risveglio e di richiamo per tantissima gente assetata di Spiritualità.

E come in tutte le storie, i denigratori sono tanti, ma il “progetto”, a prescindere da costoro, va avanti con una forza immensa e stà diffondendosi in molti paesi lontani, e i “pellegrini” ogni anno raddoppiano.

L’umiltà del Maestro Sarhuma era tanta che egli stesso si auto-proclamava “portiere di Erks”, e tutto quello che faceva era solamente per servizio e per amore, e la sua unica “moneta” valida era solamente la gratitudine.

 

Atteggiamento giusto per contattare Erks

L’atteggiamento giusto per entrare in contatto con Erks, è l’umiltà, l’amore e il servizio, ricordando sempre che la spiritualità no ha prezzo, perciò viene trasmessa gratis ai meritevoli e soltanto per amore. Quindi nessuno può fare da intermediario e realizzare un commercio con qualcosa che non gli appartiene e che è per coloro che sono meritevoli d’un contatto di questo genere.

Il primo “incontro” può aver luogo nei piani del sonno, dove i Sacerdoti Cosmici vestiti con tuniche bianche e occhi pieni di luce raggiante celeste, vi faranno un saluto di Pace pieno d’amore. Potrete sognare di essere portati in astronavi e viaggiare insieme a loro per poi, il giorno che meno ve lo aspettate, vederli sfrecciare per il cielo davanti al vostro sguardo attonito, lasciandovi riempire di gioia, che vi segnerà per tutta la vita.

Non dovete dimenticare mai che tutto nasce e finisce dentro di voi, e l’atteggiamento giusto è lo studio della Tradizione Ermetica e il silenzio interiore. E’ molto importante conoscervi e fraternizzare, con il cuore traboccante di Luce e Amore per voi e per i vostri simili, e aspettare vivendo la quotidianità in comunione con la Madre Natura e con la Luce stessa.

La Gerarchia Spirituale riconosce e protegge i suoi figli, i “Rimanenti Cosmici Siderali” (da tali parole nasce il nome di ERKS). Questi figli non sono altri che i figli delle stelle che si sono persi nelle pieghe del tempo in questa dimensione. Sembrerebbe che si stia avvicinando il tempo in cui noi e loro cammineremo insieme per le vie di questo mondo come fu all’inizio dei tempi.

 

Il Messaggio

E’ chiaro che questo messaggio viene rivolto a tutti coloro che questa informazione già la possiedono nei propri codici genetici. A tutti coloro che non risuona interiormente, vuol significare che fanno parte di un’altra realtà. In ogni caso tutti coloro che da bambini osservavano il cielo ed erano innamorati delle stelle, come se la vera dimora si trovasse negli spazi celesti, sono quelli a cui questo messaggio viene rivolto. Tutti costoro, “i segnati in fronte” sono e saranno semi stellari, innamorati della Pace, dell’Armonia e della Natura, e fanno tutto il possibile per migliorare il Pianeta-Casa che è la Terra, dove sanno di essere inquilini momentanei. Mentre altri fanno di tutto per peggiorare il tutto, e far precipitare l’intera umanità nel caos più nero. Giudicate voi da che parte vi trovate.

Molte persone in diversi punti della Terra sono già stati “contattati” e si sono risvegliati a questa nuova realtà. Il loro messaggio per noi è quello di mantenere la calma più assoluta senza avere alcun timore, né paura, né identificazione con gli eventi catastrofici, per evitare che le auree emananti dai corpi diventino grigie e opache.

Anche il Maestro Sarhuma aveva lanciato i suoi moniti su queste eventualità ammonendo di mantenere l’equilibrio e l’armonia, perché da questo dipende l’equilibrio e l’armonia del pianeta, e che sarebbero bastati “cento giusti” per fare della Terra un Paradiso e cambiare il male in bene o per lo meno mantenere l’equilibrio fra le due polarità.

Tutto sommato quello che ci chiedono è molto poco e non danneggia nessuno, però è tanto difficile da realizzare e da portare a compimento.

Forse è probabile che tutte le persone che sentono e applicano queste verità per il benessere di tutti sono coloro che, pur ignorando “il messaggio”, sono Figli della Luce e sono nati per portare avanti una missione di Pace e Amore.

Gesù diceva: “li riconoscerai dalle loro opere…”

 

La Città della Luce di Erks

Ecco che una nuova Gerusalemme Celeste si sta manifestando nella terra dove la Pace regnerà sovrana e tutti coloro chiamati si stanno svegliando a questa nuova realtà. Altri ancora, senza essere consci di questo evento, sono di “aiuto” apportando le proprie energie alla concretizzazione di questo Progetto Cosmico.

Erks è una realtà verificabile. E’ sufficiente recarsi sul posto con umiltà e cuor sincero per essere, in una maniera o l’altra, “contattato” dalle Gerarchie Spirituali del luogo.

Lo spazio nel quale si incontra questa “città” è dimensionale, si trova cioè in una frequenza diversa dalla nostra, perciò i nostri sensi fisici non sono in grado di percepirla. Quello che si può vedere a volte è soltanto un riflesso della loro realtà invisibile e che si coglie solamente con il cuore, mentre le Luci fanno capolino dietro le montagne delle grandi vallate.

 

L’Evento

Tutta l’umanità sa e sente che qualcosa di nuovo sta per manifestarsi nei prossimi anni. Il Maestro Sarhuma affermava , più di venti anni fa, che “qualunque momento è buono e il cielo sarà oscurato da moltissime astronavi” e che l’incontro con i nostri pro-creatori era imminente.

I segnali sono tantissimi: l’insoddisfazione e il malessere regnano sovrani e la paura sta penetrando nel cuore degli uomini scuotendo la propria interiorità, forse perché queste energie poi sortiranno l’effetto opposto, ossia risveglieranno la coscienza di tutti.

Così l’uomo nuovo, l’uomo “creativo”, con la coscienza sveglia e padrone di sé stesso, sapendo di essere una sola cosa con Dio, senza necessità di intermediari o di templi per raggiungere il Regno della Luce che si trova in sé stesso, sarà il Demiurgo del Nuovo Mondo.

Ecco allora che uomini e dei con-vivranno insieme in questa Terra creata per essere un Paradiso e non un supermercato, dove si è costretti a pagare anche l’aria che si respira.

 

Gli Annunziatori

L’Avatar per questi tempi ancora non si è manifestato, solo gli annunziatori, equivalenti ai Profeti del passato, stanno annunziando il Tempo Nuovo.

In questa categoria troviamo anche gli Artisti Cosmici che con la Luce disegnano sui campi di grano dei messaggi criptati utilizzando la Geometria Sacra. E queste silenziose marche entrano attraverso gli occhi dell’osservatore, si annidano nella psiche dell’individuo e da lì iniziano a modificare la struttura molecolare, portando l’uomo al superamento dello stato attuale per proiettarlo verso stadi di coscienza più elevati.

Ma oggi come allora, quando questi messaggi venivano proclamati alle genti, erano pochi coloro che ascoltavano e i Profeti venivano cacciati dalle comunità asserendo che erano uccelli di malaugurio.

Tutto si ripete e quello che oggi è un’utopia, domani sarà una realtà.

Inesorabilmente Erks, nuova Gerusalemme Celeste in terra Sudamericana, sta prendendo corpo, e alla fine molti saranno i chiamati, ma pochi gli eletti!

Contemporaneamente ci sono i denigratori che non arrivano con il loro “cervelletto” a intuire il messaggio. In questa maniera gli opposti lotteranno per prevalere, scegliendo in tal modo il proprio ruolo.

Comunque a prescindere da tutto Erks prevarrà… e sta aspettando tutti coloro che questa chiamata la sentono risuonare nel proprio cuore.

 

di Alfredo Di Prinzio

http://www.versoilsole.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: