LA FIGLIA DI STANELY KUBRICK PERDE LE STAFFE: BASTA BUGIE SULL’ALLUNAGGIO

Alla fine si è stufata pure lei, la figlia del grande Stanley Kubrick che ha scritto una lettera aperta pubblicata su Twitter contro tutti i sostenitori della teoria del falso allunaggio che tirano in ballo suo padre. Secondo i teorici del complotto, i filmati dello sbarco sulla Luna sarebbero riprese di studio con effetti speciali, sotto commissione del governo degli Stati Uniti. Tutte cose già viste e già sentite, compreso il coinvolgimento di Kubrick, ma stavolta la smentita è una piccata replica di chi ha conosciuto in prima persona il regista e ne difende la credibilità: sua figlia. 

Una messa in scena ?

Nel 1968 Kubrick gira “2001: odissea nello spazio” e – secondo le tesi complottiste – viene segretamente chiamato dal governo americano per realizzare i filmati di un finto allunaggio. Data la sua esperienza con gli effetti speciali legati allo spazio, il regista sarebbe stata la persona più indicata per inscenare l’epica impresa che la Nasa non era (ancora) in grado di portare a termine. Kubrick – costretto al silenzio – avrebbe però disseminato il film The Shining di allusioni e messaggi nascosti per svelare la gigantesca messa in scena della missione Apollo 11.
Una storia che va avanti da anni e nonostante le smentite, le prove che dimostrano che l’uomo è andato realmente sulla Luna, ciclicamente quando torna all’attacco. E la figlia del cineasta non si è più trattenuta passando al contrattacco per difendere l’onorabilità di suo padre.

“Una grottesca bugia”

Ed ecco la traduzione della lettera di Vivian Kubrick “Ma davvero credete che un artista, come mio padre, il cui profondo grado di integrità artistica è evidente, la cui coscienza politica/sociale è palese in quasi ogni suo film, abbia fatto una cosa simile? Questo argomento altamente controverso ha letteralmente messo la sua vita a rischio, nonostante ciò ha continuato a fare i film che ha fatto…non pensate che, in realtà, lui possa essere davvero l’ultima persona a decidere di assistere il governo americano in un così terribile inganno alla sua gente?

Ci sono tanti, veri complotti che sono stati fatti durante la storia, alcuni vengono portati avanti anche oggi, so delle terribili manipolazioni perpetrate dai governi, dai servizi segreti, dai banchieri, dall’industria militare etc. Ma dire che lo sbarco sulla luna possa essere stato messo in scena e filmato da mio padre? Non riesco proprio a capire. Come può qualcuno credere che uno dei più grandi difensori dell’umanità avrebbe potuto commettere un tale atto di tradimento?

I lavori artistici di mio padre sono la sua inattaccabile difesa!

Infine, l’amore per mio padre. Io l’ho veramente conosciuto! Ho vissuto e lavorato con lui, dunque perdonate il mio tono duro quando dico, categoricamente: la presunta ‘verità’ che questi svitati maliziosi persistono nel portare avanti – ossia che mio padre avrebbe cospirato, insieme al governo americano, per mettere in scena lo sbarco sulla luna – è palesemente una grottesca bugia”

Re: Faked Moon Landings
Many people have asked me about this. And this feels like the right time to respond …

Basterà lo sfogo a mettere a tacere le malelingue, attaccate alle verità nascoste sullo sbarco lunare? A giudicare da com’è andata finora non c’è da essere ottimisti.

http://www.ufoonline.it/

Un pensiero riguardo “LA FIGLIA DI STANELY KUBRICK PERDE LE STAFFE: BASTA BUGIE SULL’ALLUNAGGIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: