LE “AVVENTURE” DEI VOSTRI SÉ SIMULTANEI

Noi attingiamo, spesso inconsciamente, a innumerevoli episodi relativi alle vite simultanee del nostro Sé, ogni giorno è una finestra aperta su ogni vita…

 

Vite simultanee del Sé

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le avventure dei vostri Sé simultanei, appaiono nella vostra Coscienza, sotto forma di tracce: come idee, sogni ad occhi aperti, immagini sconnesse, o talvolta anche come intuizioni improvvise. Voi potete allora attingere ad esse ed estrapolarle per capire i problemi del vostro presente…

Ciò non significa che necessariamente riceviate una valanga di informazioni reincarnative, istantanei riconoscimenti intuitivi di vite “passate”, significa invece che nella vostra vita queste informazioni appaiono automaticamente, ma velate alla vostra comprensione, attraversando discretamente persino i vostri pensieri coscienti. Anche gli impulsi a tentare attività mai intraprese prima, possono in realtà essere messaggi provenienti da altre parti del vostro Sé.

Non esiste, infatti, un tempo come voi lo pensate, ma solo un presente in cui accadono tutte le cose. All’interno delle stesse cellule, avvengono miracoli di informazioni talmente condensate, da essere al di fuori dalla portata dei più avanzati strumenti scientifici. Abituatevi a spalancare le finestre della percezione e lasciate entrare il sapere e l’esperienza di altre parti del Sé. Quando questa luce e questa energia vi arrivano, assumeranno le sfumature e i colori della vostra realtà psicologica, come raggi di sole che attraversano vetri colorati.

Ciò significa semplicemente che le informazioni da altre dimensioni appariranno spesso in una veste di normalità, sotto forma di intuizioni, di idee improvvise, o di soluzioni che vi erano balenate in testa, ma che non erano state messe in atto.

La mente cosciente sintonizzata fisicamente sul vostro presente, non è in grado di gestire tutte quelle informazioni e allo stesso tempo mantenere un senso di identità. Spesso poi non avete fiducia nella vostra immaginazione, ritenendo che abbia a che fare con fenomeni che non possono essere chiamati fatti. A causa della vostra sfiducia nell’immaginazione non comprendete i grandi indizi che essa vi fornisce, sia per la risoluzione dei problemi sia per la vostra espressione creativa. Molte informazioni di grande valore possono arrivare sotto forma di visioni immaginarie, ma spesso voi non prestate loro alcuna attenzione o fiducia.

Usare l'immaginazioneMediante l’uso dell’immaginazione, potreste risolvere con relativa facilità una buona percentuale dei vostri problemi. Purtroppo voi fate il contrario: spesso usate l’immaginazione inavvertitamente per prolungare circostanze “negative”, invece di impiegarla costruttivamente per modificare passato, presente e futuro.

Quando utilizzate la vostra immaginazione, fatelo intenzionalmente, come fosse un gioco, sapendo che secondo i cosiddetti criteri realistici possono esserci grandi discrepanze tra l’immaginazione e i fatti. Ricordate che spesso la vostra immaginazione lasciata andare a ruota libera, per quanto assurda e apparentemente irrazionale, porterà soluzioni assolutamente pratiche ai vostri problemi, poiché vi libererete automaticamente dalle restrizioni che avete dato per scontato.

Dovete rendervi conto che il mondo immaginario esiste realmente, anche se non lo avvertite nello stesso modo in cui si verificano i fatti quotidiani. L’immaginazione trascende il tempo… Ricordate, inoltre, che la realtà fisica nasce dall’immaginazione e segue il sentiero delle vostre convinzioni.

Il sapere multidimensionale delle cellule, di solito non è a disposizione della vostra coscienza, e non può essere tradotto per voi in termini psicologici. Ma il lavoro con l’immaginazione funziona da molla, attirando su di voi informazioni provenienti da altri livelli della vostra realtà più ampia, e indirizzandole sul problema in questione, che vi apparirà a quel punto in forma comprensibile alla vostra esperienza.

Inoltre, esercitare l’immaginazione altera creativamente le probabilità di successo, poiché non vivete più la situazione come una realtà rigida e immutabile. Questo determina una spinta psicologica e psichica che modifica i messaggi abitualmente inviati al corpo, alla sua struttura cellulare, ai processi neuro-chimici e ormonali. Voi dunque intervenite creativamente su vari livelli dell’esperienza.

Concludo con la stessa frase di apertura di questo articolo: noi attingiamo, spesso inconsciamente, a innumerevoli episodi relativi alle vite simultanee del nostro Sé, ogni giorno è una finestra aperta su ogni vita… Queste realtà inconsce si accendono attraverso l’uso dell’immaginazione… Ripeto: ogni giorno è una finestra aperta su ogni vita…

Articolo di J. Roberts

 

 

Rivisto da www.fisicaquantistica.it

Fonte: http://www.animalibera.net/2012/04/le-avventure-dei-vostri-se-simultanei.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: