LETTERA A ME STESSO

Caro (scrivi qui il tuo nome),
 
non ti preoccupare, ora ti senti disorientato,  ti sembra che tutto quello che hai fatto non sia servito a niente, che ti sei solo illuso.
 
Ma non è così!
È solo la mente che ti sta ingannando!


Sapevi che sarebbe successo ed eccola qui.
È già successo in passato ed ogni volta hai visto che era un inganno, lo è anche questa volta.
Non farti prendere dallo sconforto, se vuoi piangi, se vuoi sfogati, ma non dimenticare chi sei e dove vuoi arrivare.
 
Niente di quello che stai vivendo è reale.
 
Le emozioni negative che provi sono solo reazioni chimiche unite a forme pensiero che probabilmente non sono nemmeno tue.
 
Se ti viene da piangere vuol dire che ti senti in colpa per qualcosa che hai fatto o che non hai fatto.
Ricorda, il senso di colpa non è reale, anche lui è un inganno.
 
Se hai l’ansia o attacchi di panico, significa che hai paura di quello che gli altri potrebbero pensare di te, del loro giudizio, oppure di quello che potrebbero farti.
Il tuo bambino interiore non ne può più, non ha più voglia di pretese, responsabilità o aspettative. Ha bisogno di essere tranquillizzato, sapendo che ognuno è responsabile solo per se stesso.
 
Tu sei responsabile solo della tua vita e della tua felicità, solo della tua, e basta.
 
Quindi non c’è niente che tu debba fare, niente che tu debba dimostrare, non c’è nessuno con cui ti devi giustificare. E se sei genitore e sai di avere in realtà la responsabilità dei tuoi figli, ricorda che a loro non importa chi sei o quello che fai, non gli importa quello che puoi comprare o il tipo di vita che puoi dargli, ai tuoi figli importa solo sentire che li ami, che sei li per loro.
 
Credi di essere fragile, non capisci perché ti capitino così tante situazioni brutte, temi di aver sbagliato tutto, di aver creduto in cose che non esistono. Allora caro (tuo nome), lascia che ti ricordi questo:
 
Prima di nascere hai guardato le cose che hai fatto.
Hai provato rimorso per molte di quelle.
Forse hai visto quello che ha fatto la tua famiglia, che hanno fatto i tuoi antenati e a cui mai hanno riparato.
Hai provato rimorso anche per quello.
 
Hai scelto di incarnarti.
Hai scelto tu quali sfide vivere, quali limiti, quali malattie, per espiare le colpe in base al tuo giudizio.
E per evolvere in base ai desideri evolutivi della tua anima.
 
Tu hai scelto, hai avuto il coraggio di scegliere le tue punizioni, forse troppo dure, ma sapevi di essere in grado di superare tutto.
 
Pensi sia stato facile prendere una decisione del genere? Scegliere questa vita nonostante tutto?
 
Credi di essere un fallito, invece (tuo nome) lasciatelo dire, sei un eroe, un eroe vero.
 
Non sentirti una vittima, nessuno ha potere su di te, solo tu, solo tu hai scelto il tuo destino e solo tu hai il potere di portarlo a compimento. Nessuno, nessuno, ha potere su di te.
 
Ricordati chi sei.
 
Tu sei un guerriero e lo sei ogni giorno, anche quando ti sembra di non farcela più… eppure… ogni volta ce la fai.
 
Credi in te. Sempre.
http://www.iosonoilmiobuddha.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: