NON PERDERAI L’AMORE DELLA TUA VITA E NON TI RIDURRAI IN POVERTÀ. FUORI DAL KARMA! SUBITO.

 

 

 

 

 

 

Da dove iniziare? Un punto a caso, il punto più cruciale, ciò che ci guida e che ci blocca….

 

La paura

La paura sembra bloccarci. In realtà guida la nostra azione. Solo che non ce ne rendiamo conto. È un nemico infido!
Qualsiasi paura tu abbia troverà il modo di manifestarsi.
È grande, antica, profonda, ti penetra le ossa e il sangue, è parte di te. Non puoi farci niente. A volte nemmeno te ne rendi conto. Ma la stai covando come una chioccia. L’uovo si dischiuderà e lei si realizzerà. Può anche non essere una paura tua, nata con te intendo. Anzi, se l’hai ereditata sarà stata covata ancora più a lungo. E inevitabilmente, coi suoi tempi e i suoi modi perfetti, procede verso la schiusa, anzi l’esplosione. Più a lungo è covata più calda e dirompente sarà.
E finalmente si realizza. Il ciclo si chiude. Tu e lei, la tua paura, trovate pace. La pace dopo la tempesta, la pace sul luogo del disastro, della disfatta, la pace nel deserto del day after, il giorno dopo la distruzione. È morte. È rinascita. È liberarti da quella paura, che ha minacciato il cielo da Ovest con nuvole costanti, sempre più vicine sempre più viola, anche se non le vedevi. Ma a dire la verità la sentivi rimbombare dentro la tua paura. ora hai realizzato quello che volevi, cioè quello che temevi, che è uguale in questo caso, è uguale sia a livello animico sia a livello pratico. Hai fatto quello che potevi. Di più e meglio non potevi fare. La tensione, l’incantesimo della realtà doveva liberarsi. Per mostrarti che stai bene lo stesso. per mostrarti che la disfatta non ti intacca, non intacca il tuo potenziale, non intacca nemmeno, te ne accorgerai, la tua gioia di vivere. Tu sei la tua risorsa. La Paura esiste per mostrati la sua vanità. Anche quando si realizza ciò che più temi (e, stai sicuro, lo farà) non cadrà il mondo, non si scioglierà la crosta terrestre nel fuoco del magma e scomparirai. All’opposto, la sfida più sarà dura più sarà lei stessa fonte di risorse eccezionali e inimmaginabili.

 

L’esperienza serve per imparare

L’esperienza serve per imparare. Il karma si può tradurre come la necessità di fare esperienza.
Ma davvero bisogna evolvere attraverso la sofferenza? Tutto questo processo, in effetti terrificante e oggettivamente pericoloso, è necessario, sempre, per tutti?
È il tuo incantesimo. Lo devi vivere per accorgertene, per vederlo, per liberartene. Oppure ne hai già vissuti abbastanza di incantesimi simili e puoi vederlo. Poi vederlo anche senza doverci passare attraverso. E se lo vedi, quando lo vedi, ne sei fuori.
Dico cosa vera, reale, realistica, perfino scontata. Se ne sei dimenticato, se sei dentro la tua paura, la tua sensazione o la tua convinzione, se questo tuo atteggiamento, questa maschera che ti filtra la realtà ti è incollata, fusa al volto, non la puoi vedere.
Se la vedi, è perché ne sei fuori.
Se sei fuori dal tuo incantesimo, non ne sei più schiavo, non sei più docile pedina del tuo karma. La tua Anima per risvegliarsi non deve più ricorrere a questi sistemi dolorosi e pericolosi. Perché è già sveglia. Ha gli occhi aperti e sa vedere.
È tempo di vedere. Perché non c’è più tempo.

 

L’amore della tua vita

Vuoi perdere, dopo diversi decenni di ricerche, attese, preghiere, disagi, smarrimenti, sofferenze, l’amore della tua vita?
Succederà. E se non vorrà andarsene perché è più forte la vostra tenacia, e la vostra intesa, della vostra paura, succederà ancora e ancora, fino a che tutto non sarà, completamente, finito, logorato, disperso, fino a che la paura non si sarà realizzata e lei stessa potrà annullarsi e spegnersi. La paura si è realizzata e non è morto nessuno. La paura si è realizzata e tu sei ancora qui, vivo e più o meno vegeto. L’unica vera sconfitta è lei, la paura stessa, che ti avrà mostrato finalmente quanto è stupida e folle, quanto non aveva capito niente della realtà. Ma intanto quell’amore se n’è andato.

 

Il patrimonio di famiglia

Vuoi perdere, dopo diverse generazioni di sane gestioni, il patrimonio di famiglia?
Generazioni intere premono alle tue spalle con la loro paura trattenuta e amplificata affinché tu lo perda. Lo perderai. Non morirà nessuno. Tanto meno tu. Non era poi quella grande tragedia. Puoi vivere ugualmente. Anzi stai bene.
Hai trovato risorse. Ora provi gratitudine. Sono le sfide a produrre le risorse, non viceversa. Sono le sfide a produrre gli avanzamenti. Hai scoperto che proprio grazie all’aver perso tutto, alla libertà, alla motivazione che avere perso tutto ti ha dato, alla lunga hai avuto tutto, conquistato tutto oltre ogni immaginazione. Alla lunga. Forse. Intanto hai perso tutto. E hai elaborato il karma di famiglia in anni di (tuoi) sensi di colpa, in anni di vergogna, miserie e serie difficoltà.
E non è neanche senso di colpa tuo, è il tuo bisnonno che si vergognava di avere soldi che non aveva creato, è tuo padre che non si sentiva degno e in grado di gestire il patrimonio. Comunque ora tutto questo è passato. Il presente è che tu hai più energia e il karma lo smaltisci tu! Sul lastrico ci vai tu.
E queste sono le cose MENO gravi che ti possono capitare. Il karma si sa, è infinitamente vario…

 

karma silvia pedri

(Foto di Cinzia di Martino)

 

Vuoi davvero tutto questo?
È solo se non vedi e non sai che non puoi scegliere. È solo se non vedi che ne sei dentro, che ti senti e ne sei schiavo. Se lo vedi ne sei fuori.
Se SENTI la paura, puoi riconoscerla. Se la individui, puoi lasciarla andare, con rispetto, con gentilezza, con fermezza.
Hai capito. Non hai bisogno di fare la tua esperienza. Non hai bisogno di toccare il fondo. Svegliati!
Osserva la tua vita con distacco. SENTITI libero. Lo sarai.
La Vita va dove vuole lei. Oppure dove vuoi tu.
In ogni momento puoi fare la scelta migliore.

Puoi scegliere ad esempio di non cedere alla paura, al disprezzo di te stesso, alla sfiducia. Appena senti il richiamo della paura, della sfiducia e del disprezzo, puoi non rispondere. Puoi rispondere ad altri richiami. Puoi evocare altri richiami.
Non scegliere la rinuncia! Non rinunciare a scegliere! Scegli sempre in base al criterio del massimo rispetto e del massimo bene per te stesso e per gli altri.
Bene, per i miei gusti, è creare le condizioni per fiorire e fruttificare, in armonia, nella massima pienezza possibile.
Che dici? Se impari ad osservarti con attenzione, forse sei pronto per guidarti in questo lungo e ricco viaggio…

Impara a vedere!
Impara a scegliere!

 

http://silviapedri.com/blog/

Un pensiero riguardo “NON PERDERAI L’AMORE DELLA TUA VITA E NON TI RIDURRAI IN POVERTÀ. FUORI DAL KARMA! SUBITO.

  • 20 ottobre, 2016 in 02:55
    Permalink

    This site is really interesting. I have bookmarked it. Do you
    allow guest posting on your page ? I can provide hi quality posts for you.
    Let me know.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: