……OCTOPUS (“DAGLI OTTO PIEDI”), O POLPO….. GLI SCIENZIATI, NON È DI QUESTO MONDO


|ADN KRONOS

Mappato il Dna del polipo, ha più geni dell’uomo
Gli scienziati, sviluppo neuronale straordinario e capacità di problem solving, sembra un’alieno

Octopus (“dagli otto piedi”) è un genere di molluschi cefalopodi, con numerose specie diffuse in tutti i mari e gli oceani del globo adattatesi a vivere in diversi subambienti marini, da subtidale fino al di sotto della zona fotica.

Comunemente chiamato genericamente polpo, e talvolta, erroneamente, polipo, è stato pescato fin dall’antichità con diverse tecniche e sue rappresentazioni sono frequenti in decorazioni su manufatti della civiltà greca e minoica ed anche in mosaici romani.

Le sue carni costituiscono la componente principale di numerosi piatti tipici di popolazioni rivierasche.

Questi molluschi sono ritenuti dotati di un certo grado di intelligenza e capacità di affrontare e risolvere situazioni inconsuete, per esempio sono in grado di aprire contenitori chiusi con un tappo a vite, per questa ragione sono studiati in laboratorio nell’ambito delle ricerche sulla intelligenza animale.

Il genoma del polipo non ha più segreti. Il Dna di questa creatura acquatica è stato mappato per la prima volta da un gruppo internazionale di scienziati delle università americane di Chicago, e Berkeley e dell’Institute of Science and Technology di Okinawa in Giappone, riuniti nel Cephalopod Sequencing Consortium. Il lavoro, pubblicato su ‘Nature’, rappresenta la prima mappa completa del corredo genetico di un cefalopode e rivela particolari inattesi. Uno su tutti: gli studiosi hanno identificato nel polipo, più precisamente nell’Octopus bimaculoides della California, oltre 33 mila geni che codificano proteine. Più di quelli conteggiati nell’uomo (20-25 mila).

I ricercatori stimano che il genoma del polipo sia composto da 2,7 miliardi di coppie di basi, e analizzando l’espressione genetica di 12 diversi tessuti dell’animale hanno scoperto “una straordinaria espansione di una famiglia di geni coinvolti nello sviluppo neuronale, caratteristica un tempo ritenuta appannaggio dei vertebrati”. I ricercatori hanno identificato “centinaia di geni polpo-specifici, molti dei quali espressi a livello cerebrale, della pelle e delle ventose”.

“Con le sue 8 braccia prensili, un cervello di grandi dimensioni e un’intelligenza caratterizzata da spiccate capacità di problem solving – spiega Clifton Ragsdale dell’università di Chicago, co-autore senior della mappa – il polipo sembra essere completamente diverso da tutti gli altri animali, compresi altri molluschi. Lo zoologo britannico Martin Wells disse che il polpo è un alieno. In questo senso, il nostro lavoro descrive il primo genoma sequenziato di un alieno”.

http://www.focus.it/

http://ufoholic.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: