SOCIETÀ SEGRETE, UNA COSTANTE NELLA STORIA

 
Un piccolo articolo per avere un’idea, seppur parziale, di che cosa siano le società segrete.
Catherine

Il nostro mondo è popolato di segreti.
Militari, civili, personali, ogni rapporto sociale è impregnato di un’aspetto di segretezza che spesso non ci fa avere il quadro completo della situazione. Che sia per motivi personali o logiche di profitto, i segreti sono una costante dell’intera storia dell’umanità.

Talvolta per proteggere certi segreti si formano attorno ad essi delle vere e proprie comunità con il solo e unico scopo di difendere interessi locali o globali, per combattere o sostenere regimi o personalità: sono le cosiddette società segrete.

Tracciare una storia delle società segrete è relativamente più facile oggi che in passato.
La potenza degli organi di informazione e la loro espansione worldwide ci consente di accedere a documentazione del tutto inaccessibile in tempi passati, e di costruire un quadro abbastanza dettagliato delle società segrete che in passato e nel presente hanno un certo peso all’interno della politica e dell’economia mondiale…


Nell’antichità lo scopo delle società segrete era principalmente quello di preservare lo status quo di alcuni individui, e poco è cambiato da allora. Il motivo della segretezza di alcune informazioni è da ricercare soprattutto nella necessità di conservare aree di influenza in alcuni settori chiave, come quello militare o quello economico. Assistiamo così alla nascita o alla conservazione di poteri che derivano da un’accurata custodia di informazioni vitali per la sopravvivenza di alcuni gruppi di potere locali o mondiali.
Per molti tuttavia è difficile credere che siano in atto coperture e cospirazioni, ma la storia del genere umano dimostra di continuo che il susseguirsi delle vicende dell’uomo ha come base costante il complotto ed il segreto. Non è necessario essere coinvolti in gruppi di cospirazionisti per rendersene conto.

Dove e come nascono principalmente le società segrete:

Spionaggio: quale esempio migliore di società segreta se non gli apparati di spionaggio? Chi fa parte di gruppi di spionaggio è per eccellenza un individuo che ha come scopo ultimo quello di preservare le proprie informazioni, o di svelare quelle del nemico. Come cita un ormai vecchio motto : “L’informazione è potere”, e niente è così vero soprattutto in ambiente spionistico. Una singola informazione può cambiare il destino di molte vite, un singolo dettaglio può far cadere o rinascere un regime.

Politica: da dove cominciare? forse da uno dei casi più eclatanti, l’omicidio di Giulio Cesare. Per mettere in piedi una cospirazione di tale portata è necessario creare un gruppo di persone che condividano gli stessi segreti e gli stessi scopi, il che qualifica questo gruppo come società segreta a tutti gli effetti.

Ambiente militare: quale miglior esempio di segretezza degli apparati militari? Al giorno d’oggi, in cui una specifica tecnologia può fare la differenza sul campo di battaglia, la segretezza delle informazioni è di vitale importanza per la supremazia militare. Conoscere i dettagli di una tecnologia o di una strategia militare comporta anche conoscerne le vulnerabilità per renderla inconsistente.

Economia: un esempio molto banale potrebbe essere quello dei titoli di borsa. Se si conosce in anticipo la strategia di mercato o l’andamento economico futuro di una particolare azienda o settore, è facile mettere in atto speculazioni finanziarie, nascondendo informazioni o utilizzandole in via esclusiva per trarne profitto.

Religione: le persecuzioni di natura religiosa possono favorire la nascita di società segrete o di gruppi costretti a vivere nell’ombra. Non necessariamente queste associazioni hanno intenzione di combattere contro il sistema religioso dominante, a volte vogliono soltanto sopravvivere e dedicarsi al proprio culto. Altre volte invece, la religione è utilizzata come meccanismo per cementare l’unione dei membri di una società segreta: è il caso della società di Thule, che sfruttava paganesimo e misticismo per giustificare le proprie idee e per il controllo dei membri della società segreta.

Le società segrete sono ovunque, per quanto si possa negare la loro esistenza tornano sempre a far notizia nella cronaca. I problemi relativi al mantenimento di una società segreta nascono soprattutto dalla scoperta della sua esistenza, che può principalmente essere l’effetto di:

Troppi appartenenti alla società segreta
E’ il caso delle Triadi cinesi per esempio, nate come società segrete ma che, nel corso del tempo, hanno visto aumentare il numero dei propri membri fino a raggiungere cifre astronomiche. E’ normale che, con un numero così elevato di partecipanti, la fuga di notizie sia difficile da contenere.

Troppo potere in mano a pochi
L’accentramento del potere nelle mani di pochi elementi spesso puzza. Puzza di imbroglio, puzza di speculazione, puzza di associazione segreta. Il che non deve portarci a credere che ci siano associazioni segrete dietro ogni angolo, ma è facile immaginare come persone che abbiano gli stessi, grandi obiettivi possano concordare una strategia comune per conseguirli.

Errori e poca discrezione
Anche se non si tratta di una vera e propria società segreta per definizione, il gruppo di persone che ha portato alla recente crisi economica mondiale aveva obiettivi condivisi dai suoi membri, principalmente speculazioni economiche per accrescere il proprio potere o il proprio patrimonio. Quando tuttavia la speculazione va oltre, non più piegando le leggi ma superandone il punto di rottura, tutto il sistema crolla, rivelando i burattinai dietro alla manovra economica speculativa.

Cambiamento del fine ultimo
Quando una società segreta muta il suo scopo, ragione per la quale si è arricchita di seguaci, molte persone possono decidere di lasciarla, portandosi dietro alcuni dei segreti più intimi dell’associazione. Ovvio immaginare come questo costituisca un pericolo per l’esistenza stessa della società segreta, che a volte arriva ad atti estremi pur di mantenersi in vita e preservare l’anonimato ed i segreti dei suoi membri. Tuttavia questi “atti estremi” possono rivelarsi del tutto controproducenti, svelando l’esistenza della società o alcuni dei suoi obiettivi.
Come dicevo in precedenza, basta aprire un libro di storia per accorgersi dell’esistenza, ora ed in passato, di società segrete nate con lo scopo di ribaltare regimi, sovvertire l’ordine sociale, combattere ingiustizie ed altri scopi che spesso di chiaro hanno molto poco.
L’elenco qui sotto è del tutto incompleto, ma è basato su società segrete realmente esistite nella storia o attualmente ancora in vita. Non si tratta di società la cui esistenza non sia stata provata o soltanto supposta, tipiche delle manie di cospirazionismo di alcuni individui, ma di gruppi segreti sulla cui esistenza ci sono prove, testimonianze e fatti storici a supporto.

Carboneria: società segreta nata inizialmente come opposizione alla politica di Gioacchino Murat

Adelfi: società segreta nata in Francia in concorrenza con la massoneria, coinvolta in movimenti anti-bonapartisti e nei moti spagnoli del 1820-1821.
Cavalieri della libertà: nata nel 1830 in Piemonte, questa società segreta comprendeva anche alcuni membri dell’esercito.
Al-Fatah: “Giovane associazione araba” nasce nel 1911 a Parigi per opera di alcuni ufficiali arabi allo scopo di ottenere l’indipendenza del mondo arabo
Thule: società che costituì il nucleo del partito nazista, fondata nel 1910 sulla base di paganesimo nordico, antisemitismo e nazionalismo estremo.
Mungiki: setta politico-religiosa, oltre che mafiosa, nata in Kenia nel 1980 inizialmente come milizia locale per proteggere i contadini contro le forze governative. In seguito prese il controllo dei taxi, dello smaltimento dei rifiuti, dell’edilizia e del traffico di droga
Crna ruka: “Mano nera” è una società segreta nazionalista nata in Serbia nel 1911, implicata nell’episodio di “accensione” della Prima Guerra Mondiale, l’assassinio dell’Arciduca Francesco Ferdinando.
P2: Propaganda Due è una loggia segreta nata per destabilizzare l’assetto politico e sociale italiano
Skulls and Bones: benché non sia una società, e nemmeno segreta, la fratellanza universitaria di Yale Skulls and Bones è spesso accusata di ordire complotti a sfondo economico o politico attraverso scambi di favori tra gli appartenenti alla confraternita. I membri sono tenuto alla segretezza con un giuramento a vita.

Al giorno d’oggi c’è una particolare società segreta, la cui esistenza non è stata provata ma solo supposta (e da molti ritenuta assolutamente reale sulla base di evidenze che poco hanno di oggettivo): il cosiddetto Governo Ombra. Il Governo Ombra, secondo i complottisti, pare abbia il controllo di ogni settore sociale ed economico, dalle armi alla finanza, influenzando la politica di intere nazioni per conseguire i propri scopi.

Si può credere o meno all’esistenza di questa società segreta, ma ad oggi non c’è alcuna prova oggettiva del fatto che esista un gruppo di questo tipo.

Come ho già accennato in precedenza, è facile immaginare che persone aventi gli stessi scopi possano unire le proprie forze per raggiungerli, è capitato in passato e capita tutt’ora anche per le piccole cose d’ogni giorno; ma da questo a ritenere reale una cospirazione dalla portata così globale il passo è troppo lungo, soprattutto per l’assenza di prove incontrovertibili che ne dimostrino l’effettiva presenza.

https://crepanelmuro.blogspot.it/
informazioneconsapevole.blogspot.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: